Menu
Ristorante Bricai | Pan di stelle
2025
post-template-default,single,single-post,postid-2025,single-format-standard,eltd-core-1.0.3,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland-ver-1.16, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_with_content,width_470,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Pan di stelle

Pan di stelle

Una cena speciale e un tributo all’alimento principe della nostra tavola, il pane, e alla cucina di eccellenza. Venerdì 29 gennaio presso il ristorante Hostaria di Bricai a Rassa andrà in scena “Pan di Stelle”, una cena in cui per la prima volta l’ingrediente protagonista sarà il pane e non un pane qualsiasi, bensì il pane a lievitazione naturale e pasta madre del forno Vulaiga.

A rendere possibile questa esperienza culinaria originale sono dei grandi maestri della cucina, legati dalla passione per la genuinità e la cura dei prodotti: Eugenio Pol, rinomato panificatore conteso dalle cucine più prestigiose per aver recuperato e rivitalizzato la tradizione del pane di pasta madre; Fabrizio Tesse, chef stellato della Locanda d’Orta; e con loro in cucina Giorgio, chef e proprietario insieme a Chiara dell’Hostaria di Bricai.

Nata dall’amicizia e l’intesa professionale, la cena “Pan di Stelle” sarà un’occasione unica per degustare un menù “omaggio” ai pani di pasta madre e farine biologiche di grani antichi di Fobello. Ognuna delle portate avrà uno dei pani di Pol come ingrediente principale: un viaggio nel gusto e nella genuinità, ideato dai due chef, per raccontare la ricerca della qualità e il recupero delle tradizioni che dall’alta Valsesia ha conquistato le cucine di tutti gli chef stellati.

Cornice di questo evento sarà l’Hostaria di Bricai, un ristorante nato dove oltre cent’anni fa sorgeva la Locanda delle Alpi. Qui, in Alta Valsesia, ai piedi del Monte Rosa, Giorgio e Chiara, due giovani di provenienza milanese ma con radici Valsesiane, hanno creato un luogo di grande atmosfera, dove si incontrano i sapori e i profumi della tradizione, la qualità dei prodotti e la ricerca di nuove note e accostamenti, capaci di rinnovare e valorizzare gli ingredienti locali più tipici. Ad accompagnare questa cena dedicata alle radici non poteva che essere una prestigiosa cantina del territorio, l’azienda vitivinicola Sergio Barbaglia di Cavallirio, che offrirà i suoi vini Rosè in apertura con gli antipasti, Erbaluce e Vespolina per accompagnare i primi mentre per i secondi sarà il Boca, mentre per finire il Passito Gocce di Luce che sposerà il dessert.

Questo articolo è disponibile anche in: Italian

giorgio