Cucina

SEMPRE ALLA RICERCA DELLA QUALITA’

“Da sempre la cucina è la mia passione, grazie alle mie origini ed esperienze vissute in un contesto familiare dove la “buona tavola” è sempre stata grande protagonista. Le figure femminili che hanno accompagnato la mia crescita sono state tutte, in varia misura, depositarie di conoscenze, sapori e profumi che ancora oggi ispirano e guidano il mio lavoro. Le nonne Gina e Nella, la mitica zia Mariuccia, mia madre, Patrizia.

Il ristorante, gestito insieme a mia moglie Chiara, cerca di offrire un’esperienza gastronomica equilibrata tra ingredienti locali selezionati, una cucina leggera e saporita, con un’attenta cura per i dettagli. Le nostre proposte coniugano i piatti tipici della tradizione montana con quelli che sin dall’infanzia ho imparato ad amare, caratteristici della cultura di pianura, non tralasciando però la possibilità di strizzare l’occhio anche ai prodotti ittici dei nostri mari.

Privilegiamo alimenti freschi e prodotti locali di eccellenza, quale il pane di Eugenio Pol “Vulaiga” di Fobello, latte e burro d’alpeggio, formaggi selezionati, trote, cacciagione da pelo e da piuma, funghi, frutta e verdura di origine possibilmente biologica.

La mia cucina segue dunque una filosofia che celebra la tradizione in una chiave di lettura moderna tesa a rendere il gusto e la stagionalità veri protagonisti.”

Pensando alla terra e alle origini

Rassa Valsesia un tempo, ora Varallo

Rassa, Valsesia, provincia di Vercelli, dove in pianura il riso è il prodotto tipico; il riso “nasce nell’acqua e muore nel vino”, altra eccellenza delle colline vercellesi attorno a Gattinara e Roasio.

Bontà che non mancano mai all’Hostaria di Bricai, meta ideale per una cena gustosa, sia in inverno che in estate, dopo una bella giornata di sci, escursionismo o anche solo dopo aver visitato le bellezze naturali della “Valle dei Tremendi”.